Meteo di Tonino


Alpi occidentali - Parzialmente nuvoloso Alpi orientali - Poco nuvoloso Prealpi occidentali - Poco nuvoloso Prealpi orientali - Parzialmente nuvoloso Pianura occidentale - Poco nuvoloso Udinese - Poco nuvoloso Costa occidentale - Poco nuvoloso Costa orientale - Poco nuvoloso Carso - Parzialmente nuvoloso Isontino - Poco nuvoloso Pianura sud-est - Parzialmente nuvoloso
Previsione del 21-01-2019, fascia 00h - 12h
Ultimo aggiornamento del 18/01/2019 ore 08:46


Aggiornamento meteo di venerdì 18 gennaio delle ore 09:00

                  

Situazione e previsione generale + tendenza a linee generali del tempo della prossima settimana




In queste ore, come da previsione siamo interessati dal minimo depressionario che sta finalmente portando nevicate copiose sulle nostre montagne, specie sulle Giulie dove nel tarvisiano abbiamo accumuli crescenti a partire dai 30/35cm della valle fino ad accumuli ben più importanti  e superiori ai 50cm in quota e continua a nevicare in queste ore.

L'aria fredda, come da copione sta entrando dalla porta della bora portando un abbassamento della quota neve, già intorno a 300/400m con qualche splatters (goccioloni freddi simili a fiocconi) o fioccone visibile su alcune aree anche della pianura udinese.

Nelle prossime ore avremo ancora qualche nevicata sulla parte orientale della regione con qualche pioggia mista a qualche fiocco su alcune aree pianeggianti, laddove persisteranno ancora dei fenomeni con un miglioramento del tempo più deciso nel corso della seconda parte della giornata.

Il fine settimana vedrà l'entrata di aria più fredda con bora da sostenuta a forte sulla costa con qualche raffica anche sula pianura centro orientale, un tempo discreto con alternanza di schiarite ampie e qualche annuvolamento senza fenomeni di rilievo.

Attenzione alla prossima settimana, che, da tempo, indico come il possibile target di una evoluzione meteorologica particolarmente complessa e "intrigante" specie per gli amanti del freddo e della neve.

Già tra martedì 22 e mercoledì 23 la discesa di aria polare dalla Groenlandia, un vero e proprio fiume di aria fredda polare, frutto dello split del vortice polare, potrebbe scendere con direzione Francia e entrare nel Mediterraneo formando ciclogenesi a carattere freddo con aria fredda sia dalla Valle del Rodano che dalla porta della bora con fioccate e nevicate fino a quote anche pianeggianti e anche con accumulo degno di nota, se questa ipotesi si verificasse, ma, come sempre, invito tutti a leggere i miei aggiornamenti, nei quali seguirò e analizzerò l'evoluzione step by step.

Questo tipo di evoluzioni, complesse e affascinanti, possono vedere continue modifiche proprio a causa dell'importanza dei fattori in gioco e possono e potranno connotare il tempo da qui a fine mese nonché successivamente a febbraio, almeno in parte, ma, come detto, vi spiegherò le varie mosse delle pedine in gioco nei prossimi aggiornamenti.





 

Previsioni dettagliate per il FVG

 




Venerdì 18 gennaio: l'evoluzione per la giornata odierna sarà legata all'eventuale insistenza del minimo depressionario il quale potrebbe fuggir via velocemente portando una graduale attenuazione dei fenomeni già tra la notte e la prima mattinata, o appunto insistere qualche ora in più, portando piogge e nevicate fino a quote basse ( fin circa 300/400m e localmente un po' più in basso), grazie alla migliore interazione tra le masse d'aria molto umida e quella più fredda, con fiocchi che, in caso potranno spingersi fino a quote molto basse e localmente anche su alcune aree della medio/alta pianura, sotto forma di pioggia mista a neve ma solo su alcune zone, anche perché i fenomeni dovrebbero insistere e in maniera moderata/forte per vedere tali fenomeni.

La giornata vedrà massime comprese tra +5C e +8C circa con minime qualche grado sopra lo zero e localmente intorno allo zero, mentre in montagna le temperature medie saranno intorno ai -3/-4C a 1400/1500m circa.




Sabato 19 gennaio: tempo discreto con alternanza di cielo poco nuvoloso e parzialmente nuvoloso per annuvolamenti per nubi generalmente alte e stratificate; non escludo annuvolamenti anche più consistenti con basso rischio comunque di fenomeni anche se non osso escludere qualche isolata e debole fioccata, comunque anche se fosse, molto localizzata.

Le temperature rimarranno piuttosto basse con bora da moderata a sostenuta con raffiche più forti sul triestino.




Domenica 20: cielo generalmente poco nuvoloso salvo qualche annuvolamento di passaggio; farà ancora piuttosto freddo specie nei valori minimi generalmente compresi tra -3C e -6C in pianura e fino a -12/-15C e localmente anche meno in montagna, specie nel tarvisiano.




Tendenza per lunedì 21 e martedì 22 gennaio: come scritto sopra nella "situazione e previsione generale" assolutamente da leggere, come sempre, la prossima settimana comincerà con un tempo inizialmente discreto con alternanza di schiarite e annuvolamenti ma con un possibile peggioramento del tempo proprio tra martedì 22 e mercoledì 23 gennaio, con possibili fioccate e nevicate vere e proprie fino a quote pianeggianti e/o costiere, peggioramento che potrebbe poi, a fasi alterne, farsi sentire anche nei giorni successivi, ma dipendendo da una dinamica MOLTO COMPLESSA, invito tutti a seguire i prossimi aggiornamenti qui sul blog.



 

 

PS: Voglio ribadire l'importanza della lettura del testo previsionale (anche e soprattutto quella della "situazione e previsione generale", laddove spiego le varie dinamiche) e il fatto che le indicazioni grafiche siano semplicemente un ausilio che non fa alcun testo nella previsione, vista la loro genericità e il loro valore puramente indicativo, ergo anche dove vedete spesso i simboli della pioggia o del temporale questo non vuol dire che pioverà sempre ma la spiegazione dell'evoluzione meteorologica è assolutamente da ritrovare nel testo delle mie previsioni!






Leggi tutti i commenti

 
Pagina 1 di 15
  1. Luca 18/01/2019 17:18
    Scusami del disturbo e grazie della risposta buona serata ciao
  2. Tonino 18/01/2019 16:59
    Luca io cerco di far meteorologia non di star dietro a ogni uscita modellistica, è da tempo che parlo del target della terza decade e del 22/23 gennaio circa ovviamente visto che possono ancora esserci variazioni, credo sia difficile spiegar meglio di come ho spiegato nell'aggiornamento odierno, ma ne ho parlato anche in quelli precedenti. Non esiste la sfera di cristallo, per quello consiglio di leggere bene cosa ho scritto, e chi mi legge sempre sa benissimo che spiego bene e di certo non cambio tendenze nel giro di poche ore…..un caro saluto ;-)
  3. Luca 18/01/2019 16:12
    Ciao tonino quello che hai detto stamattina che martedi si potrebbe verificare la neve e ancora cosi ho e gia cambiato tutto
  4. Tonino 16/01/2019 11:25
    Ciao marco, mi è piaciuto il tuo intervento in quanto l aria fredda può sia entrare da carcassona portando a una sciroccata di di noi ma anche li bisognerebbe valutare la possibile traslazione verso levante visto che poisi attiverebbe anche la porta della bora. Ovviamente la sinottica a noi più favorevole vuole una entrata dal rodano con contemporanea bora scura e quindi in quota un flusso umido da s sw. Un caro saluto
  5. Marco B 16/01/2019 09:31
    Ciao Tonino, premesso che non se ne può ancora parlare visto che sarà la prossima settimana, se anzichè attraverso la porta del Rodano che ben conosciamo, il freddo arrivasse dalla Carcassonne, cosa potrebbe succedere? Può capitare anche che tutte e due le porte siano percorse contemporaneamente da aria fredda?
  6. Tonino 16/01/2019 09:15
    Grazie di cuore Giorgio, step by step come sempre avanti verso un'evoluzione invernale finalmente dinamica, un caro saluto.
  7. Giiorgio Dordolla 14/01/2019 17:38
    Ciao Tonino...se questa volta ci azzecchi sali di botto ai vertici delle classifiche dei miei meteorologici preferiti. ( cmq. sei già in zona medaglia ) Buona serata.
  8. Tonino 02/01/2019 11:02
    Ciao Arianna, ci vorrà pazienza come ho scritto sul blog per vedere delel dinamiche in grado di portare la neve anche da noi, tra l'altro se leggi qui, sul blog, ho spiegato bene già giorni fa e oggi, quel che accadrà a breve, con una fase fredda nei prossimi giorni ma molto secca, fino alal befana e anche giorni dopo non vedo in vista alcuna dinamica che possa portare la neve da noi, più avanti step by step vedremo se potremo avere dinamiche più ad hoca tra la fine della prima decade del mese o nel corso della seconda decade del mese di gennaio, di certo per ora vedremo le immagini dall'appennino e dalla pioanura e costa del sud, specie lato adriatico con nevicate anche copiose fino al mare, anche sulla Puglia e parte della Sicilia. Segui i miei aggiornamenti qui sul blog ;-)
  9. Arianna 02/01/2019 09:26
    Buon anno Toni. Ho letto che qui da noi l'anno inizierà con correnti gelide che porteranno taaanto freddo e neve dopo la befana..... È così? Ma neve anche qui in bassa (Monfalcone)?
  10. Stefo 01/01/2019 09:29
    Buon anno Tonino e grazie dell'ottimo lavoro che fai


Pagina 1 di 15

Scrivi cosa ne pensi





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Accetto