Meteo di Tonino


Alpi occidentali - Parzialmente nuvoloso Alpi orientali - Poco nuvoloso Prealpi occidentali - Parzialmente nuvoloso Prealpi orientali - Parzialmente nuvoloso Pianura occidentale - Parzialmente nuvoloso Udinese - Poco nuvoloso Costa occidentale - Parzialmente nuvoloso Costa orientale - Poco nuvoloso Carso - Parzialmente nuvoloso Isontino - Parzialmente nuvoloso Pianura sud-est - Parzialmente nuvoloso
TEMP. PIANURA
MIN (°C):
tra -3 e 0
MAX (°C):
tra +6 e +9
TEMP. COSTA
MIN (°C):
tra +3 e +6
MAX (°C):
tra +6 e +9
Previsione del 20-03-2019, fascia 00h - 12h
Ultimo aggiornamento del 11/01/2019 ore 08:57


Aggiornamento meteo di venerdì 11 gennaio delle ore 09:00

                  

Situazione e previsione generale + tendenza a linee generali del tempo per la prossima settimana





La situazione continua a vedere, come spiegato ormai da settimane una serie di irruzioni artiche marittime che vanno a coinvolgere l'europa centro orientale e i Balcani, prendendoci in maniera piuttosto marginale anche se, la loro reiterazione ha portato senz'altroun bel periodo invernale, nonostante l'assenza da molto tempo, di precipitazioni.
Il clima infatti rimane secco da un mese e mezzo sia per'ingerenza dell'alta pressione, sia per la traiettoria troppo orientale delle colate redde che hanno portato notevolissimi accumuli di neve su diverse aree appenniniche del centro-sud e del versante nord alpino austriaco.
Ci avviciniamo comunque a un primo cambiamento dell'impianto barico con un anticicloneche finora ha dominato le sorti del tempo in europa che tenderà da metà mese, fine della seconda decade circa ad arretrare, lasciando spazio a masse d'aria polari e artico marittime le quali potranno essere in rado allora, di formare delle ciclogenesi in grado di portare delle piogge e/o delle nevicate sul nostro territorio, anche se ancora è piuttosto presto per poter essere più precisi e, step by step, andrà delineansosi l'evoluzione nel dettaglio.
Intanto per il fine settimana ben poche variazioni con un tmepo discreto, un'alternanza di cielo poco nuvoloso a fasi con qualche annuvolamento in più, pochi fenomeni da rilevare se non qualche fioccata locale su qualche area di confine e un aumento delle temperature in quota, specie tra sabato e domenica con qualche inversione termica.
Poi tra lunedì e martedì nuovamente sfiorati da una irruzione artica orientale con target i balcani e l'europa orientale, con venti da nord nuovamente più secco, salvo qualche fioccata ungo i crinali alpini di confine, ma fenomeni localizzati.
Poi, spero appunto nel cambiamento verso fine decade con qualche bassa pressione in grado di portarci le tanto attese precipitazioni con altre ciclogenesi anche più profonde nel corso della terza decade, ma siamo nel fantameteo e dunque avanti a vista, meglio.

 

 


 

Previsioni dettagliate per il FVG

 

 

 

 

Venerdì 11 gennaio: permarrà un tempo discreto con cielo tra il sereno e poco nuvoloso e il parzialmente nuvoloso per nubi alte e stratificate; non mi attendo fenomeni di rilievo, salvo qualche fioccata , anche se molto localizzata e più probabile sulle aree di confine.

Soffieranno ancora dei venti dai quadranti settentrionali, localmente forti specie in quota.

Le temperature saranno in calo nei valori minimi notturni con valori che potranno localmente scendere intorno o sotto i -4/-5C, specie laddove prevarrà il sereno di notte e non ci sarà vento, mentre laddove soffierà del vento e ci saranno delle nuvole si farà fatica a scendere sottozero, salvo scendere pochissimo al di sotto.

 

 

 

Sabato 12: mi attendo un sabato con una certa variabilità, dovuta al transito di annuvolamenti per nubi alte e stratificate, anche se il sole farà spesso capolino comunque.

Non mi attendo fenomeni di rilievo con temperature stazionarie o in lieve aumento, aumento più sensibile comunque in quota,mentre al suolo i valori rimarranno stazionari salvo qualche lieve aumento con massime generalmente comprese tra 5C e 8C a seconda che prevalgano gli annuvolamenti o le schiarite.

Ci sarà una graduale attenuazione del vento.

 

 

 

Domenica 13: mi attendo una domenica discreta con una certa variabilità, tra schiarite anche ampie e locali annuvolamenti, per nubi sempre alte e stratificate.

Le temperature saranno generalmente stazionarie anche se non escludo ulteriori aumenti specie in quota dove le temperature saranno positive fin verso i 1800/2000m circa specie nella seconda parte della giornata in atteso del calo in quota nel giorno succesivo.






Tendenza a linee generali del tempo per lunedì 14 e martedì 15 gennaio: non ci saranno sostanziali variazioni con ancora un tempo discreto/buono su gran parte della regione con cielotra il poco nuvoloso e parzialmente nuvoloso per annuvolamenti da nord con venti dai quaranti settentrionali a tratti forti, specie in quota dove non escludo raffiche molto forti.

Potranno anche esserci delle locali fioccate, specie sui crinali di confine ma comunque fenomeni piuttosto localizzati.

Le temperature saranno in calo inizialmente in quota e in aumento nei bassistrati, poi in calo anche al suolo, su pianura e costa di qualche grado.



 

 

 

PS: Voglio ribadire l'importanza della lettura del testo previsionale (anche e soprattutto quella della "situazione e previsione generale", laddove spiego le varie dinamiche) e il fatto che le indicazioni grafiche siano semplicemente un ausilio che non fa alcun testo nella previsione, vista la loro genericità e il loro valore puramente indicativo, ergo anche dove vedete spesso i simboli della pioggia o del temporale questo non vuol dire che pioverà sempre ma la spiegazione dell'evoluzione meteorologica è assolutamente da ritrovare nel testo delle mie previsioni!






Leggi tutti i commenti

 
Pagina 1 di 15
  1. Tonino 17/03/2019 12:56
    Ciao Andry il peggioramento è comunque piuttosto veloce, ma certamente può fare un accumulo nevoso di una certa rilevanza grazie all'intensità delle precipitazioni anche a 850m slm ovviamente partendo dal presupposto che, nella prima parte tra stasera e stanotte, potrebbe inizialmente piovere per poi diventare neve tra la notte e il primo mattino, con alcune ore di neve piuttosto intensa dopo. Direi che 20/30cm potrebbero essere alla portata con lievi scostamenti da tale range ma ovviamente inutile dare i numeri in questo contesto visto che, potenzialmente potrebbe anche fare molto meno o molto di più in caso di temporali.
  2. Andry 16/03/2019 13:59
    Buongiorno. Nella zona del passo Tanamea sulle prealpi Giulie a quota 850 m c'è possibilità di accumulo nevoso importante?
  3. Tonino 08/03/2019 10:18
    Ciao Adriano e grazie di cuore anzitutto. Detto questo, come ho spiegato spesso clima primaverile non significa avere soltanto giornate molto miti e secche ma anche molte giornate più fredde e piovose con nevicate copiose sulle alpi, non per nulla i mesi di marzo e aprile sono tra i mesi con i maggiori quantitativi di neve sulle nostre Alpi. Guai se non fosse così, anche se, oramai c'è chi parla di primavera solo con caldo anomalo e sole, mentre la primavera , la nostra almeno, dovrebbe essere molto fresca e con non molte giornate calde e soleggiate, per intenderci tutto l'opposto delle ultime primavere africane come quelle dell'anno scorso con 30C già ad aprile e quindi in pratica 6/7 mesi di estate senza primavera, mentre, di norma ad aprile, ben che vada si dovrebbero raggiungere le temperature di questi giorni nelle giornate più miti…. un caro saluto Adriano! :-)
  4. adriano 08/03/2019 09:43
    ciao caro tonino. che peccato che questo clima primaverile sia destinato a finire….per fortuna lo ritroveremo ancora… spero non venga cosi tant0 freddo e che le temprature qui in costa(Monfalcone) non scendano sotto lo zero sopratuuto di notte perché mi tocca lavorare di notte all'aperto e avro anche straordinari nel weekend prossimo…….faccio le corna. grazie per le tue affidabil iprevisioni. Adriano
  5. Tonino 04/03/2019 20:20
    Questa settimana è MITE non è assolutamente gelida, a marzo abbiamo avuto in passato settimane con nevicate in pianura e minime vicine ai -10C, quello è gelo, non certo quello che abbiamo e avremo prossimamente in questa settimana per qualche pioggia in pianura e nevicata in montagna a quote medio/alte per il periodo. In questi giorni abbiamo massime superiori ai 14/15C e minime notturne ben elevate dell'ordine di diversi gradi sopra lo zero e solo localmente vicine quando abbiamo cieli sereni. La pioggia e la neve in montagna in un marzo normale e non certo gelido devono cadere abbondanti nella nostra regione, ma non si parla a caso di gelo e di neve che non significa nulla, gelo e neve significa gelo e neve in pianura e sulla costa con temperature intorno allo zero ma anche ben al di sotto….non so se mi sono spiegato… e per favore chiunque intervenga legga quel che scrivo sopra negli aggiornamenti...
  6. Tonino 04/03/2019 20:14
    Arianna ma ti rendi conto che le previsioni che faccio qui sono state puntualissime e anche in questo mese di marzo sono scritte qui, mentre tu scrivi riportandomi quel che dicono gli altri senza nemmeno leggere quel che scrivo io…?
  7. Arianna 04/03/2019 17:12
    Ma Toni hanno messo pioggia e neve x questa settimana , anche qui da noi
  8. Tonino 04/03/2019 08:06
    Cara Arianna da quando in qua fai le previsioni del tempo, soprattutto a 15/20 giorni e più per la seconda metà di marzo? Marzo da sempre è un mese dinamico con fasi più fresche o fredde e anche con piogge, anche frequenti e tanta neve in montagna, guai se non fosse così ma non capisco dove si veda tutto questo gelo a oggi per metà marzo o per la seconda metà di marzo. Non dimentichiamo che quel caldo di fine febbraio non aveva niente a che vedere non solo con febbraio ma nemmeno con marzo, visto che temperature sopra i 20C dovremmo averle verso fine aprile/maggio e non prima, di norma…..marzo dovrebbe sempre essere un mese con massime tra 10C e 15C mediamente e minime di poco sopra lo zero con numerose giornate anche davvero fredde, la neve a marzo dovrebbe essere normale persino in pianura in qualche episodio così come accaduto numerose volte in passato…..quindi di che gelo ( parlo di gelo vero) stiam parlando quello che annunciavano i soliti siti per febbraio pronosticando addirittura un nuovo 1985.....ma per favore, un caro saluto Arianna :-)
  9. Arianna 02/03/2019 06:24
    Da metà marzo è previsto neve e tanto freddo nelle nostre zone.😟😟😟😟😟😟😟😟 mi ero abituata a questo bel clima, non può fa R così
  10. Tonino 01/03/2019 12:06
    Nessuno può sapere, a ora cosa accadrà a metà mese, ma solo quale sarà l'andamento tendenzialmente di questa prima parte del mese che vedrà qualche giornata discreta alternata a giornate più umide, decisamente frequenti, e anche con delle piogge e nevicate in montagna, insomma un tipico mese di marzo con affondi anche perturbati e alcuni un po' più freddi, ma mediamente nulla di anomalo, anzi, un inizio del genere vedrebbe in questa prima decade del mese vedrebbe comunque una prevalenza di minime notturne superiori allo zero, in alcune giornate anche di diversi gradi su pianura e costa, specie quando avremo cieli nuvolosi e piogge, ovviamente un po' più basse quando avremo nottate serene ma normali per il periodo senza dimenticare che, nel mese di marzo è normalissimo avere anche qualche minima al di sotto dello zero e diverse intorno allo zero o poco sopra e questo potenzialmente e sottolineo potenzialmente puà accadere fino a fine marzo, prima metà di aprile in alcune nottate com'è sempre accaduto anche se, negli ultimi anni abbiamo avuto una serie di primavere anomale, molto secche e miti. ;-)


Pagina 1 di 15

Scrivi cosa ne pensi





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Accetto